Visite in città

IL SANTUARIO DI SANTA MARIA DEI MIRACOLI PRESSO SAN CELSO

*riservato ai soci degli amici di brera

Calendario 11/03/2021 11/03/2021 Italy/Rome IL SANTUARIO DI SANTA MARIA DEI MIRACOLI PRESSO SAN CELSO Gian Giacomo Dolcebuono, noto architetto della Fabbrica del Duomo, incominciò la costruzione del santuario di Santa Maria dei Miracoli nel 1493. Inizialmente la chiesa era costituita da una sola navata, con una magnifica cupola realizzata da Dolcebuono e da Giovanni Antonio Amadeo, ma nel 1506 l’edificio fu giudicato di dimensioni insufficienti per accogliere la moltitudine […] 37 Corso Italia - milano, Italy 20122
DATA 03.11.2021 ORARIO 10.30 DOVE Milano Ritrovo davanti alla chiesa QUOTA DI PARTECIPAZIONE € 15
DATA: 03.11.2021 | ORARIO: 10.30
LOCATION: Milano
Calendario 11/03/2021 11/03/2021 Italy/Rome IL SANTUARIO DI SANTA MARIA DEI MIRACOLI PRESSO SAN CELSO Gian Giacomo Dolcebuono, noto architetto della Fabbrica del Duomo, incominciò la costruzione del santuario di Santa Maria dei Miracoli nel 1493. Inizialmente la chiesa era costituita da una sola navata, con una magnifica cupola realizzata da Dolcebuono e da Giovanni Antonio Amadeo, ma nel 1506 l’edificio fu giudicato di dimensioni insufficienti per accogliere la moltitudine […] 37 Corso Italia - milano, Italy 20122
A cura di:
dott.ssa Barbara Pasolini

“Mi sono laureata presso la facoltà di  Lettere e Filosofia, corso di laurea in Storia, all’Università degli Studi di Milano, conseguendo il massimo dei voti.  Sono membro del Comitato di Presidenza FAI Lombardia in qualità di delegata cultura e valorizzazione. Collaboro con fondazioni culturali e note associazioni milanesi in qualità di organizzatrice di eventi e di assistente culturale per visite a palazzi storici, chiese, mostre d’arte.  Studiosa di storia ebraica ho pubblicato un saggio concernente la beneficenza ebraica milanese nel periodo postunitario, all’interno dell’Annuario dell’Archivio di Stato di Milano 2016 (Scalpendi Editori)."

Gian Giacomo Dolcebuono, noto architetto della Fabbrica del Duomo, incominciò la costruzione del santuario di Santa Maria dei Miracoli nel 1493. Inizialmente la chiesa era costituita da una sola navata, con una magnifica cupola realizzata da Dolcebuono e da Giovanni Antonio Amadeo, ma nel 1506 l’edificio fu giudicato di dimensioni insufficienti per accogliere la moltitudine di fedeli che si recavano al santuario a pregare davanti all’immagine della Madonna miracolosa, e così furono aggiunte le due navate laterali.

Oggi la chiesa di Santa Maria dei Miracoli presso San Celso si presenta al visitatore in tutta la sua magnificenz;. All’interno delle cappelle, inoltre, il santuario custodisce opere di grande valore artistico: di Giulio Cesare Procaccini, Moretto,Cerano, Bergognone, Gaudenzio Ferrari, testimonianze della pittura cinquecentesca italiana. Visiteremo anche l’antica e meno conosciuta Chiesa di San Celso: tempio romanico-lombardo costruito prima dell’anno 1000.

  • DATA: 03.11.2021
  • ORARIO: 10.30
  • LOCATION: Milano
    Ritrovo davanti alla chiesa
  • QUOTA DI PARTECIPAZIONE: € 15
INIZIATIVA RISERVATA AI SOCI AMICI DI BRERA ORARI DELLA SEGRETERIA AMICI DI BRERA

Dal Lunedì al Venerdì dalle 9.30 alle 18.30

RINUNCIA

Qualora la rinuncia alla partecipazione ad una manifestazione culturale desse diritto ad un rimborso, invitiamo a ritirarlo.
In caso contrario la Segreteria lo contabilizzerà come un acconto su eventuali future visite.

membership
& benefits

Membership

Sostenere la Pinacoteca di Brera è un atto di generosità che permette alla comunità di crescere e di rafforzare la propria identità.

iniziative
e viaggi culturali

Benefits

Gli Amici di Brera offrono un ricco panorama di eventi, conferenze, presentazioni, convegni. Scopri il calendario delle nostre attività.

opere
donate

Progetti Speciali

Gian Giacomo Dolcebuono, noto architetto della Fabbrica del Duomo, incominciò la costruzione del santuario di Santa Maria dei Miracoli nel 1493. Inizialmente la chiesa era costituita da una sola navata, con una magnifica cupola realizzata da Dolcebuono e da Giovanni Antonio Amadeo, ma nel 1506 l’edificio fu giudicato di dimensioni insufficienti per accogliere la moltitudine […]